Blog di Mazzano Romano. Fai sentire la tua voce!

Se vuoi scrivere news, notizie, eventi, foto, video, contattaci

Vogliamo parlare dei giovani?


E’ passato del tutto inosservato il post del 18 aprile avente come titolo “chi deve preoccuparsi dei giovani?”. Mi sembrava interessante conoscere il parere dei lettori su un argomento così attuale, che tra l’altro, voleva servire da introduzione su un’altra più delicata questione, ovvero: lo sballo dei giovani a Mazzano. Se ne parla sempre in modo strisciante, allarmante, preoccupante…

5 commenti a “Vogliamo parlare dei giovani?”

Puoi lasciare un commento, sottoscrivere il feed RSS o inviare un trackback.

  1. Daniele Neri il 22 apr 2008 alle 05:44 ha detto:

    Caro Peppe, ho letto ciò che hai scritto sull’argomento…. certe riflessioni dovrebbero essere d’obbligo per tutti, nessuno escluso. Vivo in questa comunità da poco più di un’anno mezzo ed ho constatato che le problema- tiche sono quelle tipiche del ns. tempo….. Poche setimana fà, abitando vicino alla scuola, ho notato che i Carabinieri hanno fatto visita, sicuramente su richiesta dei Dirigenti scolastici, con cani antidroga….
    E’ un sintomo grave dello stato delle cose. A Roma nelle scuole medie è difficile che ciò accada, forse in alcuni complessi di periferia è normale, nelle scuole medie superiori, al contrario, è prassi, specie in alcune realtà…….
    Di questo fatto ho sentito parlare pochissimo ed in modo strisciante, sintomo di un malessere + ampio che coinvolge, a mio parere, un po’ tutta la realtà di questa piccola comunità.
    Potrebbe essere interessante coinvolgere le famiglie ed i giovani prendendo come spunto di aggregazione i Cineforum e le varie manifestazioni organizzate per saggiare lo stato di disagio che molti giovani vivono e che le famiglie non sanno gestire con tutte le conseguenze del caso……..
    Questo argomento è delicartissimo e vorrei ritornarci su quando avrò + elementi di valutazione…
    CIA, DANIELE

  2. Cristina il 22 apr 2008 alle 10:59 ha detto:

    Effettivamente, queste visite dei carabinieri con i cani antidroga sono state effettuate in parecchie scuole della provincia, mio figlio va all’ISA di Civita Castellana e sono andati anche là, oltre che all’Itis. Ma pensavo fosse “normale” per le scuole superiori.
    Quando ho saputo che anche il complesso scolastico di Mazzano (che come sappiamo comprende solo materna, elementari e medie) è rientrato in questo programma, sono rimasta turbata.
    Siamo così messi male?

    C’è poi da dire che il preside della scuola di mio figlio, dopo la visita dei carabinieri convocò una riunione dei genitori nella quale ci riferì dell’evento e con soddisfazione ci comunicò che la scuola era pulita, (cani e carabinieri non trovarono nulla).

    A Mazzano questo non è successo.
    Non ho ricevuto nessuna comunicazione dalla preside, quindi rimaniamo all’oscuro della situazione reale della scuola. E come me tanti altri genitori.

    Se anche la preside della nostra scuola avesse preso l’iniziativa di convocare in massa i genitori per discutere di questo “problema”, probabilmente se ne sarebbe parlato di più e conseguentemente avrebbe portato davanti agli occhi di tutti il disagio dei nostri ragazzi di cui credo molti non ne siano a conoscenza o perlomeno lo prendono poco seriamente.

    Inoltre i ragazzi stessi avrebbero avuto la coscienza di sentirsi in qualche modo controllati, osservati, “presi in considerazione”.

    Secondo me alla generazione di oggi manca proprio questo.
    Il fatto di essere cresciuti con molte libertà, a volte crea il bisogno opposto. Sentirsi parte dei nostri pensieri, può aiutarli a ritrovare il giusto senso della vita.

  3. Daniele Neri il 22 apr 2008 alle 12:52 ha detto:

    Salve, penso, cara Cristina, che la normativa prevede per tali ispezioni la specifica richiesta del Preside, essendo la scuola una Media Inferiore, cosa non prevista per le Scuole Superiori soggette a controlli senza la specifica richiesta della Dirigenza Scolastica. Alla luce di quanto accaduto, la Preside dovrebbe convocare le Famiglie (tutte) per dissipare qualsiasi dubbio circa il comportamento dei ragazzi durante l’orario scolastico.
    Se questo non è accaduto è una grave manchevolezza sia di ordine etico che sociale….. C’è qualcos’altro dietro ? Non si sa….!!!! Forse le stesse Famiglie non danno eccessiva importanza a questi fatti, forse distolte da altri problemi ……… I figli per molti sono solo problemi…. meglio non sapere, non sentire…. e via dicendo…
    Ciao e grazie per l’attenzione
    DANIELE

  4. Cristina il 22 apr 2008 alle 23:04 ha detto:

    Ciao Daniele, forse però devo informarmi meglio prima di parlare.
    Mi hai fatto riflettere sul fatto che molto probabilmente questa ispezione sia stata effettuata esclusivamente alle medie ed io che ora ho solo una figlia che fa le elementari in questa scuola, potrei non aver ricevuto la convocazione solo per questo motivo.

  5. marco rossi il 07 mag 2008 alle 15:17 ha detto:

    “chi deve preoccuparsi dei giovani?”.
    LORO STESSI.
    Oggi possono informarsi di tutto ciò che accade in ogni parte del mondo,
    vedere e sentire (non dico leggere) di situazioni Intelligenti, interessanti, istruttive, belle, curiose, indiscrete, maleducate, orribili,spaventose, ma i giovani preferiscono,come 40 anni fa, stare in piazza e parlare di cosa fare, come fare, dove fare; una noia assoluta che alcune volte degenera.
    I genitori con il loro esempio ed i loro consigli possono aiutarli, ma come con le ragazze sanno tutto loro.
    Certo che è molto triste che in 40 anni non è cambiato niente, oltre a più ignoranza, più violenza e più droga.
    Come sempre a chi avrà più testa la vita gli sorriderà.
    Saluti

Scrivi un commento





badak


Campodarsego - Una cerimonia irripetibile

Credo che mai Egidio Maschio si sarebbe immaginato un funerale così. Un capannone sterminato - il Suo capannone - pieno fino all'orlo di gente appassionata e commossa. Cittadini, persone, venute..

Campodarsego

Si apre la quinta edizione del Festival nazionale del libro a Tuglie

Dal 4 al 20 luglio Piazza Garibaldi a Tuglie ospita Rita Borsellino, Andrea Scanzi, Ferzan Ozpetek, Federico Rampini, Albano Carrisi, Adua..

Galatina

Lettera della Comunità di San Michele Arcangelo a Don Franco Capasso in occasione del 50° di Sacerdozio

Grande festa serale ieri per i 50 anni di sacerdozio del parroco Don Franco Capasso. Dopo la concelebrazione eucaristica a Castello..

Somma Vesuviana

Ciriaco De Mita ritorna a Grottaminarda

Ciriaco De Mita ritorna a Grottaminarda Ciriaco De Mita ritorna a Grottaminarda. L’ultimo intervento pubblico risale a circa sette anni fa...

Flumeri

Sinfonia cetonese

Dalla piazza di Cetona arrivano delle note di pianoforte. Non sono spartiti musicali di un concerto. Qualcuno suona delle melodie che si confondono con i rumori del mercato. Forse c’è bisogno..

Cetona

IL P.C.I.M-L. NON PARTECIPA ALL’INCONTRO DELLE OPPOSIZIONI PROPOSTO DA VITO IACONO!

di Gennaro Savio - Abbiamo ricevuto, tramite posta elettronica, l’invito del consigliere comunale di Forio Vito Iacono della lista civica Il Volo a partecipare ad uno incontro delle opposizioni consiliari..

Ischia

Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù Sospeso servizio navetta che dal parcheggio portava all’Ospedale - Anziani invalidi gravi abbandonati su strada

Cefalù, da circa quattro anni è stato sospeso il servizio navetta che dal parcheggio sul pendio porta all’ingresso dell’Ospedale  Fondazione  Istituto  G. ..

Campofelice di Roccella
Previsioni meteo per la tua città

Commenti recenti

I più commentati della settimana

  • None found

Prossimi eventi in città

Locali di Mazzano Romano